Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :
Bitcoin Trade

Osservatorio Bitcoin, Ethereum, Altcoins

img
Home / Altcoins / Programmatore Svedese Ricco con Investimento Bitcoin

Programmatore Svedese Ricco con Investimento Bitcoin

Il programmatore svedese Alexander Bottema è diventato ricco con bitcoin, moltiplicando i risparmi di una vita di oltre 100 volte negli ultimi quattro anni. Ha investito in Bitcoin nel 2013, quando la valuta digitale era quotata al prezzo di soli $30. Bottema si rese conto che i Bitcoin avevano un enorme potenziale e ha venduto tutti i suoi risparmi per acquistare quanti più bitcoin fosse possibile.

Bottema non venderà ancora nessuna parte delle sue criptomonete, anche se il prezzo dei Bitcoin ha toccato i $4500/coin in questi ultimi giorni. In un’intervista a Business Insider, l’investitore Bitcoin ha dichiarato:

“considero i bitcoin come un fondo pensione. Non sto pensando di acquistarne di più, dal momento che non potrò mai ottenere lo stesso ritorno sugli investimenti di nuovo. Potrei considerare di venderne un po’ se il prezzo raggiungerà i 100.000 dollari.”

Chi è Alexander Bottema?

Bottema ha cresciuto in una piccola comunità vicino a Stoccolma in Svezia e ha imparato a programmare con un Apple II della sua famiglia. Ha studiato informatica all’Università di Uppsala nel 1991 e ha continuato a studiare per il suo PhD.

Tornò a Stoccolma, dove ha iniziato a lavorare in sicurezza dei dati e crittografia per la UPEC Industriteknik. Successivamente Bottema e due colleghi hanno fondato la loro propria azienda denominata politrust. Oggi, Bottema vive negli Stati Uniti e lavora a Massachusetts, in un’azienda di analisi dati e simulazione per applicazioni industriali (MathWorks).

Come Bottema ha scoperto i Bitcoin?

Bottema scoprì i Bitcoin la prima volta nel 2010. In un primo momento non si era interessato alla moneta digitale, credendo che fosse poco credibile. Tuttavia, ha cambiato idea ed è diventato ricco con bitcoin dopo che il prezzo era sceso di tanto ma, infine, rialzato. Bottema ha detto:

“l’ho rifiutato, come qualcosa di poco interessante. Ho avuto un lungo periodo di esperienza con la sicurezza dei dati, ed ero certo che non sarebbe possibile costruire dei server sicuri che fossero aperti, così prevedevo un crash. L’anno successivo, ero seduto sulla metropolitana e ho letto un articolo sul giornale su come i Bitcoin fossero riusciti a recuperare valore dopo una grande svalutazione. Non riuscivo a capire come una moneta costruita sulla fiducia potesse recuperare valore così. Ciò ha suscitato il mio interesse.”

Bottema è solo uno dei tanti cosiddetti “Bitcoinnaires” che ora possiedono una piccola fortuna, grazie ai loro investimenti precoci sui Bitcoin.

It is main inner container footer text